Augmented Reality

Performance di realtà aumentata presso la Galleria Galeotti di Macerata per la collettiva "Muri e Divisioni" (Foto di F. Papa).

L’ADAM Accademia delle Arti Macerata ha impiegato l’Augmented Reality per l’arte e la poesia a partire da settembre 2011, in occasione della seconda edizione di Macerata Ospitale, Festival delle Arti, con l’apertura del percorso permanente “Poesia di strada in realtà aumentata” lungo le mura maceratesi e con la successiva inaugurazione, a giugno 2012, di “Poesia di strada in realtà aumentata” lungo la linea della “zona rossa” di L’Aquila. A settembre 2012, in occasione della terza edizione di Macerata Ospitale, Festival delle Arti, a Borgo Villa Ficana sono state poste altre opere in realtà aumentata. Questi percorsi urbani cittadini sono tuttora visitabili e hanno carattere permanente. Ad aprile 2013, ADAM ha collaborato, attraverso la costruzione di un percorso di realtà aumentata, all’evento Macerata Digitale. Dal 18 luglio al 29 settembre 2013, per la collettiva “Muri e Divisioni” presso la Galleria Galeotti, per il Macerata Opera Festival 2013, sono state presentate installazioni sonore in realtà aumentata per celebrare il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi. Queste esperienze particolarmente innovative hanno portato l’ADAM a essere un protagonista propositivo nel panorama della realtà aumentata attuale entrando così a far parte da settembre 2012 del gruppo fiorentino quARTe (Quantum Art & Augmented Reality for Territory) e partecipando alle conferenze “Quantum Art & Augmented Reality” di dicembre 2012 a Palazzo Medici-Riccardi a Firenze con alcuni workshop dedicati alla realtà aumentata e al marketing del territorio; dal 31 maggio al 2 giugno 2013 l’ADAM ha partecipato a Casciana Terme (Pisa) all’exhibition conference: “Arte quantistica e Realtà aumentata, verso nuovi orizzonti di Ben-essere” con workshop e performance di AR; il capo dello Stato Napolitano ha donato al gruppo quARTe la Medaglia del Presidente della Repubblica, quale premio di rappresentanza all’evento “Arte quantistica, scienza e realtà aumentata: sinergie d’innovazione” del 9 novembre 2013 a Pietrasanta (Lucca) al quale ADAM ha partecipato. Il 6 luglio 2013, a Grosseto, l’ADAM ha raccontato le attività che ha svolto in maniera volontaria per valorizzare la tecnologia dell’Augmented Reality applicata alle arti visive e alla poesia. Tutto ciò nell’ambito del convegno “Vivere il volontariato culturale” (a cura dell’International Association for Art and Psychology di cui l’ADAM è socio) presieduto dalla psicoanalista Graziella Magherini (scopritrice della Sindrome di Stendhal e socia onoraria ADAM).  Inoltre, ADAM è partner di un progetto innovativo per la fruizione dei beni culturali nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione per lo sviluppo del Distretto Culturale Evoluto (DCE) delle Marche. PlayMarche: un Distretto regionale dei beni culturali 2.0 è diretto a sviluppare il settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione applicate alla divulgazione e valorizzazione di beni e valori culturali, materiali e immateriali, del territorio, attraverso il linguaggio del gioco e della realtà aumentata. In occasione di Leguminaria (17/18/19 ottobre 2014), l’Adam ha messo a punto un’esperienza di interazione con opere artistiche e poetiche attraverso la realtà aumentata. Dal 19 al 25 ottobre 2014, l’Adam ha portato la realtà aumentata a Parigi. Presso l’Espace Beaurepaire, in occasione della collettiva “Mon Appétit“, è stata offerta ai visitatori un’esperienza performativa con la realtà aumentata, alla scoperta di alcuni fili invisibili che legano le opere artistiche selezionate, alla ricerca, al cibo e al territorio (RASSEGNA STAMPA).